Cosa è la blockchain?

Blockchain
Seedsbit: cos'è la blockchain e il settore agroalimentare

Partiamo dal nome: blockchain = block + chain. Si tratta dunque di una catena di blocchi. Questi blocchi contengono al loro interno delle transazioni che possono essere di qualunque tipo. In Bitcoin, ad esempio, si tratta di transazioni economiche. In generale, si tratta però di transazioni che descrivono un particolare dominio di interesse.

Il valore aggiuntivo della tecnologia è blockchain è quello di conferire immutabilità ai dati che conserva. Riesce a fare ciò utilizzando primitive crittografiche e meccanismi di consenso distribuito. Inoltre, è possibile aggiungere elementi di logica personalizzata e distribuita per regolare al meglio un dato dominio di riferimento.

Perché è utile nell’ambito agro-alimentare?

L’ambito agro-alimentare è parecchio complesso e vi sono diversi attori partecipanti. L’utilizzo della blockchain consente di rendere immutabili alcune importanti informazioni relative ai prodotti e ai relativi processi produttivi.

Ciò consente quindi di accrescere il valore di tali prodotti avendone accuratamente annotato la storia.

Inoltre, nel caso di problemi con un dato alimento è sempre possibile tracciare il suo percorso, sia verso il campo che verso la tavola.

Domande, curiosità o contatti commerciali?

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.